Blog

Consigli utili di marketing online

Home / Marketing / Broken link: cosa sono e come puoi fruttarli per il SEO

Broken link: cosa sono e come puoi fruttarli per il SEO

I broken link sono un problema non da poco per gli utenti, perché interrompono la navigazione, facendo perdere la pazienza anche ai navigatori più incalliti. Ecco in breve di cosa si tratta e come puoi trasfromarli da errore a opprotunità per il SEO.
 

Broken Link: cosa sono

Con il termine “broken link” si intendono tutti quei link che si trovano sul web che generano pagine di errore perché l’url a cui portano è sbagliato o, molto più spesso, perché la pagina di destinazione è stata eliminata dal web. Apparentemente, quindi, gli utenti trovano durante la navigazione un link ma, cliccandoci sopra, si trovano su una pagina di errore, perdendo l’orientamento e, in molti casi, anche la pazienza.
 

Perché è meglio non avere un brkoen link sul proprio sito?

Broken link per il SEO

link sono un aspetto molto delicato del SEO: essi rappresentano delle vere e proprie referenze che ogni sito web offre ad un altro, rendendo il sito di destinazione più autorevole agli occhi dei motori di ricerca, nonché più facile da raggiungere da parte degli utenti. Un link però offre anche agli utenti possibilità di navigazione tra le pagine e mostra il sito di partenza come una fonte credibile e competente nel proprio settore.
Avere un broken link, cioè un link che non porta da nessuna parte, non è più una referenza per il sito che lo riceve, ma soprattutto abbassa la credibilità del sito che lo offre ai navigatori, per questo è meglio fare attenzione a non generare mai nei propri contenuti broken link e verificare sempre che i link presenti nelle proprie pagine siano funzionanti.
 

Come sfruttare un broken link per il SEO?

Poiché i link sono una fonte di referenze on line, un broken link può trasformarmi in una opportunità per chi sta cercando visibilità on line. Come?

Basta intercettare i broken link presenti on line e correlati alle parole chiave più interessanti per il proprio business per trovare nuove fonti di link. Una volta individuato un broken link interessante, infatti, basta contattare il gestore del sito che lo presenta offrendo un indirizzo web valido da sostituire al broken link presente. In questo modo il sito che lancia il link riacquisterà credibilità e si avrà ottenuto un link valido, interessante e senza dover pagare black hat SEO per generarlo.

Condividi questo post

Lascia un Commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>