Sebbene sia un discorso che molti vogliono evitare, tutti sappiamo che prima o poi la parola fine arriverà anche per noi e, dopo i commiati, i fiori e le frasi sul giornale, qualcuno si occuperà di raccogliere i nostri effetti personali e trovar loro una giusta collocazione. Qualcuno smisterà i vestiti, i quaderni, i mobili, gli oggetti di vita quotidiana, le cose alle quali eravamo affezionati, tutte le cianfrusaglie varie che ci hanno accompagnato durante la nostra vita, e nel dolore di questo triste inventario, chi verrà dopo di noi dovrà trovarsi a fare i conti anche con le nostre password.

Pochi infatti ci pensano, ma quando noi non ci saremo più e non accenderemo ogni giorno il pc per controllare le mail, l’account Twitter, l’account Facebook, le foto su Instagram, Pinterest, e tutti i gruppi e i blog nei quali ci siamo iscritti negli anni, questi resteranno attivi.

Cosa succede agli account dei deceduti sui socialnetwork - SEO Copy dillosulwebIl primo a pensare ad una soluzione è stato Facebook che, con le pagine commemorative, è riuscito a metter fine all’immortalità sul web. Quando un utente di Facebook non potrà mai più accedere al suo account se non dall’aldilà, infatti, gli amici più stretti potranno segnalare la sua pagina a Facebook tramite questo link. Il login all’account verrà quindi bloccato, ma la bacheca resterà attiva agli amici più intimi che potranno lasciare commenti di commiato e di saluto per costruire un vero e proprio spazio commemorativo per chi non c’è più.

Anche Mr Google ha ideato uno stratagemma simile, anche se in questo caso dobbiamo essere noi a “fare testamento”. L’opzione Gestione account inattivo, infatti, permette di decidere di sospendere tutti i nostri account da tutti i servizi Google nel caso in cui non li utilizziamo per un periodo che va dai tre ai nove mesi, indicando eventualmente un erede che gestirà quest’ostica faccenda in caso di nostra incapacità di intendere e di agire. Google ci invierà una mail un mese prima di bloccarci definitivamente e, se non accederemo all’account prima della scadenza, sarà come se non fossimo mai esistiti, e potremo finalmente riposare in pace.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora condividilo!