Blog

Consigli utili di marketing online

Home / Visibilità online / E il nuovo presidente degli Stati Uniti è… su TWITTER!
nov 8 2012

E il nuovo presidente degli Stati Uniti è… su TWITTER!

Chi lo avrebbe mai detto, per la seconda volta Barack Obama riesce a battere tutti, e non mi riferisco solo alla vittoria del partito democratico, ma al rimbalzo mediatico e pubblicitario senza precedenti che è in grado di  ottenere.

Nel 2008 lo aveva fatto semplicemente essendo se stesso, diventando quel primo “presidente nero” che, poco più di 150 anni dopo l’abolizione della schiavitù, saliva su un palco di Chicago, per ringraziare i suoi sostenitori, e preparava le valige per la casa bianca. Certo all’epoca blog e giornali online si erano riempiti di articoli che presentavano Michelle e la famiglia Obama, il partito, le prospettive dell’America e del mondo. Il web aveva dato una grande visibilità all’evento e anche una buona pubblicità al nuovo presidente, ma Obama in fin dei conti aveva solo risposto a qualche intervista, per lo più televisiva, che veniva riportata da bravi giornalisti sul web.

A distanza di quattro anni però le cose sono cambiate, e se le elezioni americane del 2008 hanno fatto parlare per il loro essere “colored”, quelle del 2012 sono riuscite ad essere “social”.

Si stima che il 30% degli Americani abbia usato un social network, primi fra tutti twitter e facebook, per incitare parenti e amici al voto: twitter è stato invaso da 23 milioni di tweet solo nelle 24 ore dell’election day, immaginate i giorni precedenti.

E Obama? Come presidente del mondo reale non poteva che esserlo necessariamente anche nel mondo virtuale, ma perché aspettare che qualche bravo blogger scrivesse un articolo sulla sua conferenza stampa?

Solo tre parole, “four more years”, e una fotografia ( tra l’altro ritoccata) postate direttamente a nome suo, lo hanno magicamente portato accanto ad ogni singolo elettore. Un solo tweet è bastato per farlo eleggere di nuovo, questa volta re dei social network, ma soprattutto un solo tweet è stato sufficiente per moltiplicare all’inverosimile la sua notorietà e confermare ancora una volta la potenza del web come strumento di diffusione pubblicitaria.

E c’è ancora chi dice che investire sui social network è solo uno spreco di energie…

Condividi questo post

Lascia un Commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>