“Cosa vuoi fare da grande?” “L’Influencer!” Se fino a qualche anno fa l’ambizione più grande era fare il calciatore, negli ultimi anni complici Ferragni & Co. i veri miti dei ragazzini sono loro: gli Influencer, che hanno trasformato la propria passione in un lavoro e che, curando con attenzione la propria immagine on line, sono diventati dei punti di riferimento per i reparti marketing delle aziende più prestigiose, ma anche delle piccole realtà.

Da chi promuove scarpe e vestiti, a chi si è specializzato in ristoranti, da chi preferisce i prodotti per la bellezza a chi ama la tecnologia, on line possiamo trovare Influencer per qualsiasi cosa e, grazie ai loro consigli, facciamo acquisti più azzeccati e con maggiore consapevolezza rispetto al passato.

Questo perché i bravi Influencer, e soprattutto i micro-Influencer, non propongono prodotti “sponsorizzati” parlandone sempre bene, ma fanno – o per lo meno ci aspettiamo che sia così – recensioni veritiere su ciò che propongono, aiutandoci a scegliere tra la marea di prodotti che ci passano sotto mano quello che fa davvero al caso nostro.

Provare un prodotto che piace, descriverlo, esaltarne i pro e mostrare al pubblico anche i contro: detta così la vita dell’Influencer sembra niente male. Peccato che non è tutto qui. Per essere bravi Influencer bisogna infatti armarsi di calma e sangue freddo, ecco perché.

Un influencer deve avere pazienza

Non si diventa famosi da un giorno con l’altro. Quello che vediamo quando incontriamo un profilo Instagram o un video su Youtube con migliaia di Follower è frutto di mesi, anni di lavoro, di giornate trascorse a fare foto con la giusta angolazione, di corsi su come montare un video affinché risulti interessante, di impegno nel testare i prodotti, di spese per acquistarli di persona… Insomma, forse gli Influencer che oggi si possono definire tali ricevono i prodotti in regalo e ci mettono 2 minuti a fare lo scatto perfetto, ma prima di questo hanno dovuto sudare per arrivare dove sono.

la caratteristica dei bravi influencer

 

Deve essere disponibile

Gli Influencer vivono di rapporti personali: è il legame che riescono a creare con il loro pubblico che li rende così importanti e per questo non si può pensare di diventare Influencer senza trascorrere giornate intere a rispondere ai commenti del pubblico, chiarire i dubbi sui prodotti, dispensare consigli,… Alla base c’è una forte passione per i prodotti che si decide di promuovere, siano essi viaggi o cosmetici, ma nel curriculum dell’Influencer perfetto non può di certo mancare una buona dose di pazienza e di perseveranza per riuscire ad essere vicino ai Follower e diventare per loro un punto di riferimento.

Deve fare i conti con gli Hater

No, non stiamo parlando dei supporter dei Miami Heat, ma di persone che “odiano” gli Influencer e non hanno di meglio da fare che passare le giornate a commentarli in modo pesante, volgare e spesso offensivo. Gli Influencer vivono di commenti e non possono di certo illudersi di ricevere sempre LIKE ed apprezzamenti, ma un conto sono i commenti negativi, ma costruttivi, un altro è l’odio smisurato che certi profili dimostrano attraverso i loro post. Questo credo che sia il tasto più dolente di tutta la vita degli Influencer: tanto impegno, tante ore trascorse a tessere legami e dimostrare la propria competenza, e poi arriva uno sconosciuto che con le sue parole vuole solo distruggerci.

Calma, calma e sangue freddo. Anche in questo caso i bravi Influencer incassano in colpo, rispondono con gentilezza e con toni pacati e continuano per la loro strada, forti che l’impegno che hanno messo nel trasformare la loro passione in un lavoro e nei legami che sono riusciti a creare con il pubblico li aiuti ad affrontare a testa alta anche i commenti più sprezzanti. Ecco, se dovessi riassumere il segreto del bravo Influencer in una sola parola sarebbe proprio calma.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora condividilo!