Finalmente anche per gli utenti Android è arrivata un’applicazione web che permette di trovare il proprio smartphone in modo rapido e veloce in caso di furto, o anche solo quando è finito in fondo alla borsa del mare, tra creme, salviettoni e costumi, e non riuscite più a trovarlo.

Cercare cellulare nella sabbiaSembra strano, ma a differenza di Find my iPhone, l’applicazione simile usata dagli utenti Apple, il sistema Android Device Manager funziona cercando direttamente il proprio cellulare proprio su Google.

Basterà infatti andare al link https://www.google.com/android/devicemanager, registrare il proprio smartphone, e rintracciarlo sulla mappa! Grazie al pannello di controllo, Google ci mostrerà sulla mappa l’esatto luogo dove si trova il nostro smartphone e ci permetterà di farlo suonare per cinque minuti a massimo volume anche se la suoneria è in modalità silenziosa, per darci tutto il tempo necessario a ritrovarlo.

E se neppure così riusciamo ad identificarlo e temiamo che qualcuno lo abbia rubato, un altro pulsante del pannello di controllo ci permetterà di cancellare tutti i dati dal dispositivo in modo che, anche se è caduto in mano a qualche malintenzionato, i nostri contatti e i nostri dati saranno salvi!

L’unica pecca? L’Android Device Manager funziona solo se il cellulare è connesso ad una rete (WIFI o GSM), ma oggigiorno è un problema che si riscontra davvero raramente!

Volete qualche informazione in più per capire come funziona e come attivarlo? Andate al link di supporto di Google cliccando qui e buona caccia al cellulare smarrito! 

Ti è piaciuto questo articolo? Allora condividilo!