Blog

Consigli utili di marketing online

Home / Marketing / Psicoanalisi nel web 2.0
ott 24 2012

Psicoanalisi nel web 2.0

Quando ci rivolgiamo ad un consulente web per aumentare le nostre vendite, costui ci presenterà quasi sicuramente un’infinità di soluzioni: siti, e-commerce, portali, banner, applicazioni mobile, e chi più ne ha più ne metta, perché “con internet si può fare tutto!”  Come dargli torto.

Forse però la cosa che spesso ci sfugge quando decidiamo di approcciarci al web come canale di promozione è la psicoanalisi: la base sulla quale costruire, con il supporto di esperti, la soluzione per eccellenza e non l’ennesimo investimento fatto un po’ perché lo fan tutti e forse neppure del tutto fruttuoso.

Cosa è la psicoanalisi? Nata agli inizi del ‘900, la psicoanalisi è la teoria dell’analisi dell’inconscio umano, che ha come suo più grande teorico il celebre Sigmund Freud.

Naturalmente starete pensando, sempre che siate arrivati a leggere fino qui, “E noi, imprenditori del III millennio, abituati a smartphone e tablet, cosa ce ne facciamo di una teoria obsoleta, che nell’immaginario collettivo è ridotta all’analisi dei sogni delle persone, a volte anche poco sane di mente? Noi vogliamo solamente aumentare le nostre vendite!

Nell’aumentare le vostre vendite, la psicoanalisi c’entra, eccome che c’entra, perché proprio nei sogni i vostri clienti vedranno come reale ciò che cercano, e quando si sveglieranno accenderanno lo smartphone, il tablet, il loro pc, e cercheranno di trovare quello che stavano sognando: il vestito a pois verdi e rossi che si intona coi miei occhi, il ristorante che fa il sushi più delizioso d’Europa, un consulente che mi permetta di risolvere le magagne aziendali,  un fornitore affidabile e puntuale.

Cari imprenditori, psicoanalizzate i vostri clienti!
Cercate di capire cosa sognano e fateglielo trovare sugli schermi degli smartphone e dei tablet che hanno accanto al comodino. Solo così avrete trovato la vostra soluzione per eccellenza, che farà davvero incrementare le vendite.

Come disse Sigmund Freud: Si può sognare una moltitudine di bevande; ma quando si ha veramente sete, bisogna svegliarsi per bere” e voi dovete essere pronti a versare l’acqua nei bicchieri dei vostri clienti appena svegli!

 

Condividi questo post

Lascia un Commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>